Negli ultimi giorni ho ricevuto milioni di mail e richieste a riguardo; ho saputo che stanno per fare una puntata di “Chi l’ha visto?”. Insomma, tutto il mondo si chiede una cosa sola: dov’è il libro? Scrivo questo post per fare un “veloce” punto della situazione:

  • Da poche settimane il libro è entrato in editing! 😀
  • In queste settimane, io e Giulia, l’editor della casa editrice, abbiamo letto e riletto il libro almeno 3/4 volte a testa. Vi garantisco che, per quanto possa amare questo mio “bambino”, è un lavoro massacrante! Ma il risultato è ottimo 🙂
  • Contemporaneamente abbiamo scelto, insieme a Roberta, ai grafici e alle altre ragazze della casa editrice, la copertina. Mi piace tantissimo! Abbiamo deciso di dare un forte significato simbolico, che forse richiederà qualche secondo di riflessione. Ma il risultato ne vale la pena!
  • Io e Federica abbiamo fatto qualche presentazione, tutte di fronte ad un ampio pubblico che si è sempre rivelato molto interessato e partecipe: presentare ad altre persone un progetto a cui si tiene molto è un’emozione indescrivibile che spero di potervi documentare in qualche prossimo post.
  • Tra due settimane ho il piacere di presenziare ad una lezione sulla pena di morte che terrò presso l’Università della Terza età di Rho. Sarà una bellissima occasione per parlare non tanto del libro, quanto di un tema che purtroppo è ancora attuale.
  • Il libro piace, piace molto, e c’è molto interesse a riguardo. Sono super ORGOGLIOSO di dirvi che ha ottenuto il Patrocinio di Amnesty International Italia e che farà parte di numerose iniziative contro la pena di morte che vogliamo portare avanti.
  • Non solo! Ho ricevuto sabato una telefonata da parte di una collaboratrice di un ministro del governo Monti per chiedermi del libro e delle iniziative che potremmo portare avanti: inutile dire che anche questa è un’emozione grandissima ed inaspettata e farò di tutto per portare avanti questa causa. Tra l’altro, giovedì 30 andremo a Roma per la Giornata contro la pena di morte promossa da City for Life, dove ci sarà un concerto presso il Colosseo, illuminato per l’occasione!

Tutto questo, mi rendo conto, non risponde alla domanda: dov’è il libro?
Volevo rassicurarvi che non scapperò alle Maldive con i vostri soldi! Il libro è in fase di completamento, e vogliamo utilizzare questi mesi per preparare la campagna pubblicitaria per l’arrivo nelle librerie previsto per (non so se posso dirlo, eh), primavera 2018 (circa!).

Chi l’ha preordinato lo riceverà circa un mese e mezzo prima, diciamo fine gennaio ma se poi è la prima settimana di febbraio non uccidetemi! Tutto questo per potervi dare un prodotto completo e quasi perfetto, ma soprattutto per darci il tempo di portare avanti queste iniziative con tutta l’importanza che meritano: in questo caso spero proprio che l’attesa valga la pena.

Credetemi, è un’emozione davvero grande potervi scrivere questo post e potervi ragguagliare sulla situazione: manca davvero poco!

L’unica cosa che non smetterò mai di dirvi è: GRAZIE. Grazie per esserci ogni giorno, grazie per avermi supportato in questo viaggio e grazie per la vostra attesa. È un momento bellissimo della mia vita, e voi ne siete i responsabili.

Alessandro Piana

Martedì 24 ottobre, alle ore 21.00, nell’ambito del mese della Pace, l’osteria sociale “La Tela” di Rescaldina, in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha presentato il libro Diario di un condannato a morte di Alessandro Piana. Il libro, di prossima uscita e pubblicato con il patrocinio di Amnesty International, è presentato dall’autore Alessandro Piana. Moderatrice della serata…Continua a leggere “Presentazione presso Osteria La Tela, 24 ottobre 2017”

Ieri sera, 11 ottobre, l’Ostello Bello di Milano ha accolto la presentazione del libro Diario di un condannato a morte del nostro autore Alessandro Piana. La campagna ha raggiunto poco tempo fa il primo goal di pre-ordini, entrando nella fase di editing del testo e continuando a coinvolgere nuovi lettori. L’incontro di ieri ha registrato…Continua a leggere “Presentazione Diario di un condannato a morte presso Ostello Bello, 11 ottobre 2017”