di Luigi Torriani Si parla spesso della pena di morte dal punto di vista morale, e in Europa la contrarietà dell’opinione pubblica è consolidata e si guarda con stupore alla sopravvivenza di questa pratica in un Paese occidentale che su molti altri fronti si pone come baluardo della democrazia e dei diritti civili. Se l’aspetto etico…Continua a leggere “Intervista ad Alessandro Piana per DataSys Magazine”

Se il Miglio Verde ha commosso alcuni, e Orange is the new Black ha avuto il merito di mostrare con potenza l’America delle prigioni privatizzate, Diario di un condannato a morte potrebbe definirsi un manifesto dolce del movimento contro la pena di morte. Questo è un libro di cui si conosce la fine fin dalla prima pagina; eppure non vi è il giustificabile…Continua a leggere “Recensione di Andrea Corona per ScuolaFilosofica”

Doloroso e necessario, questo libro imprime un solco profondo nella coscienza di ognuno. Dopo averlo letto non si può più essere gli stessi di prima di Silvana Arrighi Giudizio: 5/5 Immaginate una cella di due metri per tre, immaginate di viverci con una luce che non si spegne mai neppure di notte, di poterne uscire solo…Continua a leggere “Recensione di Silvana Arrighi per Cabaret Bisanzio”